Pillole culturali con Claudia Bellasi

Le Bambinacce Veronica Raimo e Marco Rossari, ed. Feltrinelli, scritto a 4 mani

E´una raccolta di 55 componimenti in versi molto giocosi, irriverenti e pieni di corporeità e fisicità, così come lo siamo noi. Ogni poesia e´dedicata ad una bambinaccia diversa, spesso si parla di desiderio, di curiosità, ma anche di incertezze e di omosessualità.

E´una sorta di canzoniere ironico-erotico che rappresenta sempre una femminilità, vitale, disinibita e fuori dagli schemi attraverso un genere letterario vicino alla filastrocca e al modo di sentire dell´infanzia.

Tante di queste poesie hanno al centro il TATTO e il CON -TATTO che penso siano gli elementi che ci mancano di più in questo momento, per questo cerchiamo almeno di sublimare così, attraverso la lettura.

CIT: "(...) Ci vuole un tizio che non abbia il morbo dello sguardo, uno che arde di tocco e di tatto, uno che ama lo schietto contatto dei polpastrelli: i palpeggi belli, i baci trasferelli (...)".

Vi ho letto: La bambina che amava perdersi nel bosco e  La bambina che stava sempre nuda

Le Bambinacce di Veronica Raimo e Marco Rossari, ed. Feltrinelli, scritto a 4 mani
www.lafeltrinelli.it

Viola Giramondo di Teresa Radice e disegnata da Stefano Turconi

Viola e´ una ragazzina di 12 anni che vive e viaggia con il "Cirque de la Lune" un piccolo circo con carrozzoni, sua madre e´ la donna cannone ed il padre uno studioso di insetti ed anche domatore dell´"infinitamente piccolo", lei e´ piena di energia e aperta al mondo come noi circensi sappiamo essere!

Il libro e´ diviso in 4 episodi in cui Viola incontra diversi personaggi, uno e´ il pittore Toulouse Lautrec che rimane affascinato dalla comunità del circo e la fará entrare nei suoi quadri. Questo libro ha vinto numerosi premi ed é uno dei loro più grandi successi.

Uno dei motivi per cui ho pensato che fosse bello presentarvelo, e che trovo un elemento interessante, e´ il fatto che sono una storia ed un libro adatti sia a ragazze/i  (direi dai 9 anni in su), sia per adulti perché ha diversi livelli di lettura e di messaggi; quindi andrà bene sia per le vostre allieve/i, figlie, amici e nipoti, ma credo che piacerà tanto anche a voi.

CIT:" Forse ho spesso la testa fra le nuvole perché, come quelle, sono costantemente in viaggio, e mi capita di non sapere dove mi porterà il vento (...) Da qualche parte ho letto: dove e´ il vostro tesoro, là sarà anche il vostro cuore. Bé il mio cuore é in questa grande famiglia di viaggiatori. Ecco perché posso sentirmi a casa ovunque pur non avendo dimora in nessun luogo".

VIOLA GIRAMONDO scritta da Teresa Radice e disegnata da Stefano Turconi, due artisti lombardi che hanno girato il mondo.... sono pubblicati da BAO Publishing che e´ la casa editrice di Zerocalcare.

baopublishing.it

Sottovoce di Sarah Manguso, edizione NNE

Questa autrice scrive in una sorta di narrativa a frammenti, senza trama, usando una lingua molto asciutta e anche ironica per dei brevissimi racconti che sono come istantanee, fotogrammi letterari di quotidiane ed improvvise rivelazioni sull’amore, sulla memoria e sulla paura.

Narra di piccole cose, spesso irrilevanti agli occhi degli altri, ma che rimangono nei nostri ricordi magari anche per tutta la vita.

Molti di questi testi riguardano l´infanzia e quello che mi ha colpito e nel quale mi sono ritrovata, e´che quando ripensiamo a noi stessi bambini spesso la memoria e´ sensoriale e/o emozionale, ci ricordiamo come ci sentivamo oppure appunto le sensazioni fisiche e ci ricordiamo dei dettagli, veri o immaginati, che forse veramente abbiamo visto solo ed unicamente noi.

Vi ho letto: 26 e 49

Cit: "All´asilo c´e´una bambina che decido di amare. La fisso e cerco di pensare come dovrei chiamarla. Decido di chiamarla Benny, e mi avvicino. <Ciao Benny> dico. Arriva un´altra bambina. <Si chiama Becky, non Benny> mi dice. Ma quello che non sa e´che sono arrivata molto vicina a indovinare il nome della bambina solo guardandola."

Sottovoce di Sarah Manguso, edizione NNE
www.nneditore.it